Acquistare l’olio per la proprio auto sembrerebbe un’operazione molto semplice…ma non è così.

Sempre più spesso sentiamo notizie di sequestro di lubrificanti contraffatti o importati illecitamente. Di solito si tratta di oli rigenerati, che dopo essere usati vengono filtrati e schiariti. Questi lubrificanti di scarsa qualità durano poco e danneggiano gravemente il motore dell’auto.

Come possiamo riconoscere l’olio originale?

Non è semplice, ma basta un pò di attenzione per evitare la fregatura.

1) Il Prezzo. Diffidate da chi vi vende il prodotto ad un prezzo inferiore al 20-30% rispetto alla media di mercato. Si tratta sicuramente di un prodotto contraffatto. Spesso lo importano dall’estero senza pagare l’IVA : in questi casi rischiate una condanna per evasione!

2) La Confezione. La confezione è identica, davvero fatta a regola d’arte. Però alcuni marchi (es. Castrol) hanno creato un tappo anti-contraffazione in cui viene messo in rilievo il marchio. Anche il logo olografo è un indice di originalità : sui prodotti contraffatti è molto più chiaro.

3) L’Etichetta. Spesso i prodotti sono importati illegalmente, quindi soffermatevi sull’etichetta e sulla lingua utilizzata. Diffidate dalle scritte in lingua straniera.

4) L’Esperto del settore. Chi meglio di un Ricambista o un’Officina meccanica saprebbe consigliarvi il giusto lubrificante? Se invece decidete di acquistarli online vi consigliamo di leggere il nostro articolo : Ricambi per auto online, c’è da fidarsi?